LOADING

Type to search

Brand Impresa Riconoscimenti Societario Ultim'ora

Covid, imprese e welfare: Barilla dona 11 milioni ai suoi dipendenti nel mondo per dire grazie

Redazione

Il Gruppo Barilla, la multinazionale italiana del settore alimentare tra le più note a livello mondiale, distribuirà un importo totale di 11 milioni ai suoi dipendenti nel mondo. Questo speciale riconoscimento e’ stato annunciato, in segno di ringraziamento per l’impegno in questo anno, nel corso dell’evento aziendale di fine anno e si aggiunge ai tradizionali bonus annuali. Mille euro in più in busta paga a ciascun dipendente, a prescindere dalla tipologia contrattuale. Un gesto concreto che ha visto il plauso anche dei sindacati.

Lo sforzo congiunto dei nostri collaboratori durante la pandemia – ha detto il presidente Guido Barilla – ha garantito la continuita’ delle attivita’ in tutti i siti produttivi in risposta ad una domanda crescente e ci ha permesso di portare alle famiglie di tutto il mondo cibo buono e di qualità. Con questo gesto il Gruppo Barilla vuole esprimere la sua gratitudine a tutti i suoi dipendenti”

Il Gruppo Barilla opera in piu’ di 100 nazioni e 4 continenti e da’ lavoro a oltre 8.400 persone in 29 siti produttivi (15 in Italia e 14 all’Estero) e 36 uffici commerciali. In Europa, Barilla ha donato circa 3 milioni di euro a ospedali e associazioni di volontariato e oltre 600 tonnellate di prodotti. Donati anche circa 550 mila euro negli Stati Uniti, in Canada e in Brasile per sostenere ristoratori, agricoltori, ospedali e organizzazioni di volontariato e 500 mila dollari all’associazione no profit “The Cure Alliance” per la ricerca di una terapia contro il Covid-19 basata su cellule staminali mesenchimali. Infine, Barilla ha distribuito circa 200 tonnellate di prodotti e piatti pronti in Usa, Canada, Turchia, Cina, Singapore, India e Filippine.

La soddisfazione dei sindacati

“Quello del 2020 sara’ un Natale che tutti i dipendenti del gruppo Barilla nel mondo ricorderanno non solo per le difficolta’ legate al Covid-19 ma anche per il gesto di grande sensibilità sociale che questa azienda ha voluto compiere”. Lo afferma il Segretario Nazionale della Uila Uil Pietro Pellegrini responsabile del settore industria alimentare. “Il gesto del Gruppo Barilla ha riconosciuto anche lo straordinario ruolo che le organizzazioni sindacali hanno svolto per garantire la produzione nonostante la pandemia”. “Siamo estremamente contenti che il Gruppo abbia voluto, ancora una volta, rimarcare il valore essenziale delle lavoratrici e dei lavoratori che con i loro sacrifici e, possiamo dirlo, anche con il loro coraggio hanno continuato a lavorare nonostante le difficolta’ che tutti conosciamo”.

Secondo il segretario generale Fai Cisl Onofrio Rota, che ha elogiato il gesto tramite la pagina Facebook della confederazione sindacale, quella intrapresa dal Gruppo Barilla “è una scelta opportuna, un segnale di fiducia nel futuro, ma soprattutto nelle lavoratrici e nei lavoratori, che anche in pieno lockdown non hanno mai smesso di contribuire alla crescita dell’agroalimentare italiano e alla fornitura di cibo per tutta la popolazione”. “La scelta del Gruppo – commenta ancora Rota – sia ora da esempio per le tante altre realta’ produttive che, pur affrontando le grandi difficolta’ indotte dalla pandemia, hanno continuato a crescere, grazie soprattutto a una gestione delle emergenze e delle flessibilita’ compartecipata con le parti sociali, in particolare con le rsu”.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *