Type to search

Deal Societario Ultim'ora

LEGANCE CON SCALAPAY NELL’ACQUISIZIONE DELL’ISTITUTO DI PAGAMENTO CABEL IP, ASSISTITA DA DWF

Legance – Avvocati Associati ha assistito Scalapay, principale fornitore di soluzioni Buy-Now, Pay-Later nel Sud Europa e prima start-up italiana ad aver raggiunto lo stato di “unicorno” con una valutazione nel 2022 superiore a 1 miliardo di Euro, nell’acquisizione di Cabel IP S.p.A., Istituto di Pagamento italiano che è stato rinominato Scalapay IP S.p.A.

La complessa operazione, che consentirà a Scalapay di consolidare la propria espansione internazionale grazie al passporting della licenza dell’Istituto di Pagamento, rappresenta il primo caso in Italia di Istituto autorizzato espressamente alla prestazione di tutti i servizi funzionali al Buy-Now, Pay-Later in favore di clientela retail, pur in assenza di un quadro normativo armonizzato e senza il coinvolgimento di altri intermediari.

Legance ha agito al fianco di Scalapay con un team multidisciplinare guidato da Stefano Bandini e comprendente Giulia Marina Lazzari, Ilaria Stassano e Silvia Odorizzi per gli aspetti M&A. I profili regulatory connessi al procedimento autorizzativo dinanzi alla Banca d’Italia, ivi inclusi la definizione dell’assetto organizzativo e contrattuale sotteso alla prestazione del servizio di Buy-Now, Pay-Later e la necessaria estensione della licenza dell’Istituto, sono stati curati da Marco Penna, coadiuvato da Giuseppe Alessandro e Andrea Mazzoni. Claudia Gregori e Monica Califano hanno prestato assistenza per i profili fiscali. Il team legale di Scalapay è stato coordinato da Andrea Sorace, chief legal officer, affiancato da Alberto Junior Tucci, head of legal, e con il supporto degli altri componenti del team.

DWF ha agito al fianco di Cabel IP e dei venditori (composti da banche e altri soci istituzionali) per tutti i profili di natura legale, contrattuale e regolamentare con un team composto dal partner Luca Lo Po’, responsabile europeo della practice di capital market dello studio, con l’associate Alessandro Zeppieri.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *