LOADING

Type to search

Societario Suits Ultim'ora

Taste of Italy 2 entra in Gastronomica Roscio. PwC Tls, Nctm e Simmons hanno curato l’operazione

Redazione

Taste of Italy 2, fondo di private equity specializzato nel settore agroalimentare e gestito da DeA Capital Alternative Funds sgr, ha acquisito una partecipazione di maggioranza nel capitale di Gastronomica Roscio.

Gastronomica Roscio, fondata nel 1961 a Vidigulfo (Pavia) e che nel 2019 ha registrato ricavi di vendita per 29 milioni e un Ebitda di oltre 5 milioni, è un operatore di riferimento nella produzione di piatti pronti – freschi e surgelati – per importanti catene di distribuzione e prestigiosi marchi internazionali.  Taste of Italy 2  intende supportarne la strategia di crescita nel mercato domestico ed internazionale, rafforzando le partnership produttive con i clienti esistenti e avviandone di nuove. La famiglia Roscio manterrà una partecipazione di minoranza a fianco di Taste of Italy 2. Francesco Roscio proseguirà la propria attività in azienda nel ruolo di presidente con deleghe esecutive in ambito di sviluppo prodotto.

Taste of Italy 2 è stato assistito nell’operazione da Nctm studio legale, con un team composto da Pietro ZanoniAlessia Trevisan per gli aspetti legali e da Giovanni de’ Capitani di Vimercate e Bianca Macrina per gli aspetti legati al financing; da Kpmg per gli aspetti legati alla financial, tax e business due diligence nonché per la redazione dello structure memo; da Brera Financial Advisory in qualità di advisor finanziario, con un team composto da Andrea Pagliara, Stefano Benasciutti (M&A advisory), Michele Castiglioni e Lorenzo Romano (debt advisory); e da Erm per l’Esg compliance.

La famiglia Roscio è stata assistita da PwC Tls, con un team composto da Giovanni StefaninAlvise BeckerNatali Prodan Milic Paola Grillo per gli aspetti legali, Alessio Buonaiuto e Federico Fornaroli per gli aspetti labour, Federica De Luca e Sabrina De Salvo per le tematiche autorizzative e real estate e da Pietro Bertolotti e Federica Panzeri per gli aspetti tax; dal team M&A di PwC in qualità di advisor finanziario esclusivo con un team composto da Alessandro Vitali, Matteo Drago, Riccardo Balletta e Mario Lepri; e da PwC Transaction Services per la vendor assistance finanziaria con un team composto da Emanuela Pettenò, Maria Teresa Ceglia e Gabriele Amorese.

L’operazione è stata finanziata da un pool di banche composto da Crédit Agricole, in qualità di Banca Agente, e da Intesa San Paolo, che si sono avvalse dell’assistenza di Simmons & Simmons, con un team composto da Davide D’Affronto e Cettina Merlino, per la gestione degli aspetti legali dell’operazione.

Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *